COS’E’ L’ABRASIONE CORNEALE – CHIETI

abrasione corneale chieti

 

L’abrasione corneale è una lesione dello strato superficiale della cornea. La cornea è una membrana trasparente che ricopre la parte anteriore dell’occhio, attraverso la quale riusciamo a vedere l’iride e la pupilla. La cornea è un elemento fondamentale perché permette il passaggio dei raggi luminosi verso le strutture interne dell’occhio e consente la messa a fuoco delle immagini sulla retina. E’ una parte molto delicata che a contatto con sabbia, polvere o altri materiali può graffiarsi e dunque dare origine ad una lesione superficiale chiamata appunto abrasione corneale.

CAUSE DELL’ABRASIONE CORNEALE – CHIETI

Le cause dell’abrasione corneale possono essere diverse ma quelle più comuni sono:

  • Corpi estranei negli occhi (es. sabbia, polvere, cenere, trucioli di legno o di altri materiali) che rimangono intrappolati negli occhi provocando una sfregatura della cornea durante l’apertura e chiusura della palpebra.
  • Qualcosa che colpisce l’occhio (ramo di un albero, unghia, bordo di un foglio di carta,
  • Rottura di lenti a contatto
  • esposizione senza protezione ai raggi ultravioletti

Una volta comparsi i sintomi è fondamentale non strofinare gli occhi per non peggiorare la lesione. E’ importante contattare un’oculista per una visita approfondita. Potete prenotare una visita presso lo studio oculistico Pollio presente a Chieti.

 

SINTOMI DELL’ABRASIONE CORNEALE – CHIETI

abrasione corneale chieti

I sintomi dell’abrasione corneale sono:

  • Arrossamento
  • Bruciore
  • Eccessiva lacrimazione
  • Dolore
  • Fotofobia
  • Sensazione di granulosità nell’occhio
  • Sensazione di corpo estraneo nell’occhio
  • Visione offuscata
  • Mal di testa

 

Un’abrasione lieve della cornea guarisce spontaneamente nel giro di 12-48 ore. In tutti i casi sarà comunque l’oculista che in caso di abrasione corneale darà la corretta diagnosi.

La terapia sarà diversa a seconda dei casi e l’oculista valuterà anche in base al tipo di lesione.

A Chieti è presente lo studio oculistico del Dr. Cristian Pollio.

Il Dr. Cristian Pollio è un medico-chirurgo specialista in oftalmologia. Nel corso degli anni ha eseguito oltre 10.000 interventi come primo operatore di microchirurgia oculare laser e chirurgica in ambito oftalmologico.

Oggi lo studio oculistico Pollio presente a Chieti, rappresenta un punto di riferimento nella zona metropolitana Chieti-Pescara per tutti i pazienti che vogliono sottoporsi ad una visita specialistica accurata o ad esami diagnostici oftalmologici di I e II livello un tempo possibili solo in ospedali e centri di eccellenza.

Presso lo studio del Dr. Cristian Pollio a Chieti troverete anche lo specialista in contattologia e protesi oculare il Dr. Luigi Marchi.

Per maggiori informazioni potete contattare il contattologo Luigi Marchi per effettuare una visita specialistica a Chieti o a Ragusa: www.luigimarchi.it/contact/

1 Response
  1. Giuseppe

    Salve sono Giuseppe ho 37 anni sono della cittadina SCIACCA mi e successo di essere attraversato da entrambi gli occhi castani da una luce ricordo Giallo era il raggio che quando l’ho accesa ho sentito che negli occhi mi arriva una specie di caldo portavano queste lampadine accese da me, erano dimensione grandi a palla nello specchio del bagno e mi vidi chiudersi le pupille grosse che avevo in entrambi gli occhi io dico come se la pupilla/e staccandosi dalla sua massima grandezza si e chiusa appunto quando ho acceso la luce Gialla/o dello specchio per vedermi mettermi il gel, e il sintomo dopo la chiusura delle pupille occhi castani e’ stato come un dolore alla superficie degli occhi e quindi anche mal di testa e ora li vedo gli occhi che dopo sto rimpicciolimento delle pupille come se alla parte visibile dell’iride c’e’ a vista un graffio a guardarmelo vedo e’ uno cosa ho potuto fare io comunque subito dopo gli misi acqua pulita tiepida e li sento meglio pero’ penso ci vuole una terapia momentaneamente posso mandarti immagine degli occhi ; e magari mi suggerisci qualche farmaco se e’ magari anche una visita non so fai tu.

Leave a Reply