COS’E’ IL CROSS LINKING – CHIETI

cross linking chieti

Il Cross-linking, noto anche come Cross-linking corneale, è una tecnica para-chirurgica ideata nel 1998 a Dresda in Germania, utilizzata per curare una malattia degenerativa dell’occhio chiamata cheratocono.

Il Cheratocono è una malattia degenerativa della cornea (distrofia corneale progressiva non infiammatoria) che si assottiglia e si deforma, assumendo una caratteristica forma conica.

Il Cross-linking corneale è una tecnica a bassa invasività, conosciuta anche con le abbreviazioni CCL o CXL.

Grazie al cross-linking si rafforzano le fibre di collagene che costituiscono la cornea, mediante la formazione di legami covalenti fra le fibrille dello stroma, impedendone così il progressivo sfiancamento, tipico del cheratocono e di altre patologie della cornea come ad esempio la degenerazione marginale pellucida, ectasia post-lasik, con conseguente assottigliamento, nei casi più avanzati fino alla perforazione, e formazione di un astigmatismo irregolare che determina un progressivo deterioramento della capacità visiva. Creando nuovi legami tra le fibre di collagene che la costituiscono aumenta la resistenza meccanica della cornea.

cross linking chieti

A CHI E’ RIVOLTO IL CROSS LINKING – CHIETI

Il cross linking è una tecnica utilizzata per i pazienti più giovani che hanno un cheratocono non avanzato ma fase evolutiva. Grazie alla combinazione tra la riboflavina (vitamina B2) e i raggi ultravioletti si ottiene una maggiore resistenza della cornea. E’ comunque l’oculista a dover valutare l’età, le caratteristiche specifiche della cornea per quanto riguarda lo spessore e l’opacità e deve dunque valutare il singolo caso. Generalmente i limiti di età non sono rigidi.

L’operazione viene svolta in un ambulatorio chirurgico o sala operatoria e l’intervento non dovrebbe essere doloroso grazie ad un collirio anestetico che si somministra prima dell’intervento. La durata dell’intervento è di 30-60 minuti.

FASE POST OPERATORIA – CHIETI

Subito dopo l’intervento è sconsigliato guidare e bisogna stare a riposo almeno per due tre giorni in una stanza poco luminosa, evitando di guardare la televisione e cercando di dormire il più possibile.

Il Dr. Cristian Pollio è un medico-chirurgo specialista in oftalmologia. Nel corso degli anni ha eseguito oltre 10.000 interventi come primo operatore di microchirurgia oculare laser e chirurgica in ambito oftalmologico.

Oggi lo studio oculistico Pollio presente a Chieti, rappresenta un punto di riferimento nella zona metropolitana Chieti-Pescara per tutti i pazienti che vogliono sottoporsi ad una visita specialistica accurata o ad esami diagnostici oftalmologici di I e II livello un tempo possibili solo in ospedali e centri di eccellenza.

Presso lo studio del Dr. Cristian Pollio a Chieti troverete anche lo specialista in contattologia e protesi oculare il Dr. Luigi Marchi. Il Dr. Luigi Marchi si occupa anche di lenti a contatto post chirurgia.

Effettua una visita specialistica a Chieti o a Ragusa.

Per maggiori informazioni potete contattare il contattologo Luigi Marchi a questo indirizzo: www.luigimarchi.it/contact/

 

Leave a Reply