LENTI POST-CHIRURGIA REFRATTIVA – PESCARA

LENTI POST-CHIRURGIA REFRATTIVA – PESCARA

Chirurgia Refrattiva – Pescara

La Chirurgia refrattiva è ancora un terreno di frontiera nell’ Oftalmologia. Tantissime sono le persone che decidono di sottoporsi ad interventi chirurgici per ottenere l’indipendenza dagli occhiali.

La chirurgia refrattiva è un tipo di chirurgia utilizzata per correggere, intervenendo sulla cornea o sul cristallino, i vizi refrattivi dovuti ad un difetto di focalizzazione delle immagini sulla retina.

Si decide di sottoporsi alla chirurgia refrattiva per liberarsi degli occhiali ma, in alcuni casi, la chirurgia può non dare i risultati sperati. Dunque una visione non soddisfacente che potrebbe non permettere una buona qualità della vita. Per questo si consiglia di utilizzare lenti a contatto specifiche, per cornee post chirurgiche, che garantiscono una corretta visione.

Nel trattamento chirurgico della miopia, viene modificato il profilo della cornea, in modo da favorire la compensazione della miopia. In questi casi, il profilo della cornea passa dalla condizione prolata naturale (cornea più curva al centro e più piatta in periferia), alla condizione oblata (cornea più piatta al centro e più curva in periferia), inversa rispetto alla condizione naturale della cornea.

LENTI POST-CHIRURGIA REFRATTIVA – PESCARA

 

Il Dr. Cristian Pollio è un medico-chirurgo specialista in oftalmologia. Nel corso degli anni ha eseguito oltre 10,000 interventi come primo operatore di microchirurgia oculare laser e chirurgica in ambito oftalmologico.

Oggi lo studio oculistico Pollio presente a Chieti, rappresenta un punto di riferimento nella zona metropolitana Chieti-Pescara per tutti i pazienti che vogliono sottoporsi ad una visita specialistica accurata o ad esami diagnostici oftalmologici di I e II livello un tempo possibili solo in ospedali e centri di eccellenza.

Presso lo studio del Dr. Cristian Pollio a Chieti – Pescara troverete anche lo specialista in contattologia e protesi oculare il Dr. Luigi Marchi.

 

 Tecniche principali – Pescara

post lasik pescara

Le tecniche maggiormente usate per la correzione della visione della persona, riducendo o eliminando la dipendenza da occhiali o lenti a contatto, sono tre:

  • Lasik: è una procedura di chirurgia oftalmica laser che agisce nella porzione interna della cornea, quindi si crea un flap corneale per potere accedere agli strati corneali più profondi e questo permette di assottigliare la cornea. Non provoca dolore e il recupero è immediato.
  • Prk (Cheratectomia fotorefrattiva): è una procedura di chirurgia oftalmica laser che agisce direttamente sulla superficie della cornea senza effettuare nessun taglio. Viene asportato l’epitelio corneale modificando la curvatura della superficie corneale. Al termine dell’intervento si utilizza una lente a contatto morbida con il solo di scopo di protezione.
  • Lasek: è un trattamento simile al PRK, che però prevede il sollevamento dell’epitelio originale anziché la sua rimozione. Il metodo LASEK, utilizzato nella correzione delle diottrie in caso di miopia, ipermetropia e astigmatismo è adatto per coloro che hanno una cornea molto sottile.

 

La scelta della tecnica viene in genere consigliata dall’oculista in base al tipo di difetto che si deve correggere. Uno degli esami più importanti per decidere quale utilizzare è il test che riguarda la lacrimazione. Se l’occhio produce una quantità di lacrime sufficiente si possono utilizzare sia Lasik che PRK. Nel caso che si rendesse necessario nel futuro eseguire un re intervento per i casi che tendono alla recidiva del difetto nel tempo, specialmente nel trattamento di grandi difetti visivi di astigmastismo, miopia, ipermetropia, il re intervento sarebbe più problematico per chi si era sottoposto a tecnica Lasik, perché bisognerebbe risollevare il lembo corneale cosa che potrebbe presentare dei problemi.

Con la tecnica PRK non sussiste questo tipo di problematica, perché non si effettua nessun taglio sulla cornea, che invece si deve effettuare con la tecnica Lasik.

Nei casi di secchezza oculare è fortemente sconsigliata la chirurgia refrattiva, ma ci sono comunque altri casi per risolvere il difetto visivo senza dover ricorrere ad un intervento.

Lenti Post Lasik/Post chirurgia refrattiva – Pescara

lenti post chirurgia refrattiva

Le lenti post-chirurgia refrattiva sono lenti a geometria inversa di grande diametro specificatamente disegnate per essere applicate su cornee già sottoposte a chirurgia refrattiva. Ed hanno come finalità la correzione della miopia cosiddetta di ritorno. Infatti in molti soggetti, trattati chirurgicamente, dopo alcuni anni dall’intervento può verificarsi, un ritorno della Miopia.

In questi casi, infatti, con un disegno tradizionale è estremamente difficile ottenere l’adeguato allineamento della lente sia nella zona ottica, sia nella zona periferica.

Le lenti post-chirurgia refrattiva sono indicate per la maggior parte delle cornee sottoposte a chirurgia cheratorefrattiva sia fotoablativa (LASIK, LASEK, PRK) sia incisionale (RK), in modo da ottimizzare l’allineamento della lente su cornee con una geometria modificata.

 

Cheratotomia radiale – Pescara

cheratotomia radiale pescars

In alcuni casi dopo la chirurgia refrattiva (Cheratotomia Radiale) potrebbe verificarsi la persistenza di un difetto visivo o la presenza di aberrazioni più o meno fastidiose per il paziente (abbagliamento in presenza di particolari condizioni di luce e soprattutto alla sera, comfort visivo non ottimale).

In questi casi l’utilizzo di una Lente a contatto viene fortemente indicato, dato che la Lente (le lenti Rigide Gas Permeabili o le lenti Morbide ad elevato modulo di rigidità) “annulla” le irregolarità corneali indotte dalla chirurgia restituendo una qualità visiva ottimale.

Le caratteristiche di costruzione della Lente A Contatto ed il protocollo di utilizzo rappresentano un tassello fondamentale dell’applicazione delle lenti, dato che i meccanismi fisiologici della superficie oculare in alcuni pazienti potrebbero risultare alterati dalla chirurgia stessa.

Da ricordare inoltre che i pazienti che utilizzano le lenti a contatto che intendano, in un secondo momento, sottoporsi a chirurgia refrattiva, necessitano di una gestione contattologica specialistica accurata al fine di assicurare e preservare uno stato di salute corneale ottimale per l’attuazione della chirurgia.

Presso lo studio del Dottor Luigi Marchi, sia a Ragusa che presso lo studio oculistico del Dottor Cristian Pollio a Chieti – Pescara troverete lenti post-chirurgia refrattiva indicate per la maggior parte delle cornee sottoposte a chirurgia cheratorefrattiva sia fotoablativa (LASIK, LASEK, PRK) sia incisionale (RK), in modo da ottimizzare l’allineamento della lente su cornee con una geometria modificata.

Effettua una visita specialistica a Chieti –Pescara o a Ragusa.

Per maggiori informazioni potete contattare il contattologo Luigi Marchi a questo indirizzo: www.luigimarchi.it/contact/

Leave a Reply